S. Gaetano a Foria a Saponara

S. Gaetano a Foria a Saponara o ai Miracoli detto anche «Pentite di S. Gaetano»

Scarsissime le notizie intorno a questo Ritiro. Fondato da Ottavio Capece, probabilmente nel 1656, si trovava, assieme all’annessa chiesa dedicata a S. Gaetano, nella strada detta «della Saponara» e si reggeva grazie alla pietà popolare.

Verso la metà del ‘600, la Congregazione della Conversione dei peccatori, profondeva molte delle sue energie nel richiamare a conversione le prostitute. Ogni domenica i sacerdoti appartenenti ad essa erano soliti predicare per le strade allo scopo di raggiungere il maggior numero di donne: quelle che accoglievano l’invito a cambiar vita venivano subito trasferite nel cosiddetto Ritiro delle Pentite di S. Gaetano. Con il passare degli anni questo tipo di pastorale andò via via declinando e il Ritiro, seguita dai Teatini, finì con l’accogliere soltanto ragazze senza mezzi di sussistenza e dunque potenzialmente a rischio di cadere nella prostituzione. Tutte percepivano un mensile ed era anche previsto che, anno per anno, si ospitasse un certo numero di ragazze, intorno alla quindicina, a titolo gratuito; al loro mantenimento pensavano alcuni benefattori che si premuravano di versare la relativa retta.

Nel 1832, il Ritiro risultava molto povero: molte donne erano anziane e malate, e quelle che potevano farlo filavano per guadagnarsi qualche cosa. Mangiavano una zuppa e un pane al giorno.

Con lo Statuto del 20 maggio 1871 si prevedeva l’ammissione di prostitute di età tra i 15 e i 30 anni. La scelta delle designate seguiva i criteri della bellezza fisica, della giovinezza e dello stato di orfane. Alle ragazze era consentito restare cinque anni. Impiegate tutte nella lavorazione di tele di lino, per aiutare economicamente l’istituzione, avevano diritto ad una parte dei proventi ricavati, all’incirca il 50%.

Nel 1898, insieme con altri conservatori e ritiri, entrò a far parte di un ente (in quel momento ancora senza denominazione) deputato alla riabilitazione femminile.

Attualmente il complesso ospita la Scuola Elementare G. Arcoleo.

a.v.


📍Quartiere: San Carlo all'Arena, Via G. Piazzi, 4

 ☨  Tipologia: Ritiro per prostitute

📅 Data di fondazione: 1656

⛪ Regola monastica: Teatina

👤 Fondatore: Ottavio Capece

condividi su