S. Caterina da Siena a Chiaia

S. Caterina da Siena

a Chiaia

Situato nel luogo anticamente denominato «delle Mortelle», il monastero sorse nel 1613 per iniziativa del padre domenicano Feliciano Zuppardo che, acquistato in quell’anno l’edificio che allora ospitava l’ospedale di S. Maria della Vittoria, voluto da Giovanni d’Austria, lo trasformò in monastero per venire incontro alle richieste di alcune Terziarie domenicane desiderose di condurre una vita più austera. Tra queste vi era Paola Maresca che, dopo la morte del marito e della figlia, aiutò economicamente il religioso a comprare la chiesa della Vittoria con l’annesso ospedale e divenne religiosa con il nome di suor Paola di santa Teresa.

Nel 1615 ben 29 religiose entravano ufficialmente nel nuovo monastero, trasformato l'anno successivo in clausura con il consenso di Paolo V.

Le suore eccellevano nella preparazione di tagliolini finissimi.

Abbandonato dalle religiose a causa della soppressione, il complesso monastico nel 1927, per consentire la continuazione della via S. Caterina da Siena sino a via Cariati, venne separato attraverso la creazione di una gradinata passante di fronte al pronao, mentre quello che era lo spazio riservato a giardino venne sfruttato ad uso abitativo.

Attualmente esso è parte integrante della Facoltà di Lettere dell’Università Suor Orsola Benincasa.

a.v.

Fotografie di Massimo Velo


📍Quartiere: Chiaia, Via Santa Caterina da Siena, 32

 ☨  Tipologia: Monastero domenicano

📅 Data di fondazione: 1613, Sopp. 1808

⛪ Regola monastica: Domenicana

👥 Fondatori: Frate Feliciano Zuppardo e suor Paola di S. Teresa

condividi su