Maria Maddalena Starace

Maria Maddalena Starace

Castellammare di Stabia, 5 settembre 1845  - 13 dicembre 1921
Fondatrice

Costanza, Anna, Maria nacque a Castellammare di Stabia il 5 settembre 1845 da Francesco Starace e Rosa Cascone.
A causa della sua cagionevole salute gli studi le furono impartiti da un istitutore privato.
Sin dall’infanzia manifestò il desiderio di entrare in un monastero di clausura e di consacrarsi al Signore ma i suoi genitori le consentirono di prendere l’abito delle terziarie dei Servi di Maria. La vestizione avvenne il 19 giugno 1865 mentre la consacrazione l’8 giugno 1867 e fu in quell’occasione che assunse il nome di Maria Maddalena.
La sua vita fu angariata da numerose prove che non le impedirono di dedicarsi alla cura degli ultimi, dei poveri, degli orfani e delle prostitute il cui numero crebbe notevolmente dopo l’epidemia di colera del 1867 che la convinse a fondare l’Istituto delle Compassioniste,
A Scanzano, poco distante da Castellammare di Stabia, acquistò una casa di due piani con giardino dove, in un'ampia stanza, adibì un oratorio. Nel corso del tempo la casa subì numerose trasformazioni ed ampliamenti poiché cresceva il numero delle suore, delle educande e delle orfanelle di cui le suore si prendevano cura e in più ci fu anche la richiesta da parte di molte persone di un convitto dove potessero essere educate, formate e istruite ragazze di civile condizione che non volevano consacrarsi alla vita religiosa. Fu così che Suor Maria Maddalena pensò alla costruzione di una chiesa che, partendo dal progetto dell'architetto Antonio Vitelli, divenne poi il Santuario del Sacro cuore e dell'Addolorata che si può ammirare tutt'ora.
Per anni la casa madre è stata centro di formazione, postulato e noviziato. Oggi è sede di postulato, scuola e pensionato.
Il processo di beatificazione per la Starace fu avviato il 4 aprile 1939, ma bisognò attendere il 15 aprile 2007 quando suor Maria Maddalena venne proclamata Beata dal cardinale Josè Martins Sarajva.
«Lo scopo principale dell’Istituto è di compatire Gesù appassionato e Maria Addolorata, quindi il prossimo in tutti i suoi bisogni sia del corpo che dello spirito».
Oggi presenti in Italia e all’estero, a cui si aggregò l’Ordine dei frati Servi di Maria il 10 ottobre 1893 le Suore Compassioniste Serve di Maria sono presenti anche a Napoli con due istituti ad Afragola (p.za Castello 33 3 p.za Gianturco 31)

Patrizia Priore

condividi su