Madre Antonietta Giugliano

 

 

Antonietta Giugliano nacque a New York da Francesco e Antonietta Moccia, emigrati da Afragola. Ritornò in Italia dopo la morte della madre nel 1915.La sua educazione e la sua istruzione furono affidate alle Suore della Carità del Real Educandato “Regina Coeli” di Napoli, dove rimase fino al 1921. La permanenza in questo istituto le consentì di affinare le già innate doti di ascolto, riflessione e preghiera. Rientrata in famiglia continuava a coltivare la sua vita interiore e per questo si accompagnava con un Regolamento di vita cristiana; tutta la sua giornata era scandita da momenti di azione, meditazione, preghiera e sacrificio. Cresciuta in una famiglia benestante che la voleva sposata, Antonietta non immaginava di dover esprimere l’amore solo ed esclusivamente nel matrimonio, ma come un sentimento a vantaggio e a beneficio di molti. Entusiasta della scelta di una sua cugina di diventare missionaria, fu aiutata dal   francescano Sosio del Prete, vicario del convento di S. Antonio di Padova di Afragola, a intraprendere un percorso di approfondimento e di discernimento. Nacque così una fruttuosa collaborazione che li portò poi a fondare le «Piccole Ancelle di Cristo Re».L’Istituto fu aggregato all’Ordine dei Frati Minori il 13 febbraio 1947, ebbe il riconoscimento diocesano di diritto diocesano il 17 settembre 1951 e quello pontificio il 27 aprile 1972.

Nel 1930 con l’eredità ricevuta alla morte del padre, Antonietta comprò un fabbricato sito accanto al convento che divenne la prima casa del nuovo istituto: una casa di accoglienza per donne anziane sole. Il 20 ottobre 1935 indossò l’abito religioso ricevuto dal cardinale Alessio Ascalesi, assunse il nome di suor Antonietta di Gesù e visse secondo la Regola del Terz’Ordine Francescano. Di lì a poco furono aperti diversi Istituti in tutta la Campania nei quali le suore si occupavano di istruzione ai più giovani e di assistenza agli anziani poveri, bisognosi e sofferenti. Dopo la morte di padre Sosio nel 1932, ne raccolse l’eredità materiale e spirituale. Con l’aiuto del professore Renato Tuccillo fondò una Scuola Marittima per formare e preparare i giovani alle attività di mare,seguita da altri otto centri di formazione professionale per l’industria, il commercio, e l’artigianato collocati in tutta la Campania. Inoltre realizzò una scuola per vigilatrici d’infanzia e la prima scuola di odontotecnica del Mezzogiorno.

Madre Antonietta Giugliano morì a Portici l’8 giugno 1960. Riposa nella Cappella della Casa Madre di Afragola. La causa di beatificazione prese l’avvio nel 2006 ed è stata dichiarata venerabile il 21 dicembre 2018. Alla sua morte l’Istituto è stato affidato a madre Franceschina che l’ha guidato per 30 anni. Il 10 marzo 1997 l’arcivescovo Michele Giordano ha inaugurato l’apertura ufficiale del Tempio del Volto Santo del cui culto e della relativa diffusione se ne occupano proprio le Piccole Ancelle di Cristo Re. Con la successione a Madre Antonietta Tuccillo le suore sono arrivate in Romania, nelle Filippine, in Indonesia e in India con scuole d’infanzia e assistenza agli ammalati presso le famiglie. In Italia sono presenti a Palazzo di Assisi (PG), a Napoli e in Campania con scuole dell’infanzia, primarie e centri diurni polifunzionali per minori.

Patrizia Priore

www.pacr.it

www.santiebeati.it

Madre Antonietta Giugliano

(New York, 11 luglio 1909 – Portici, 8 giugno 1960)

Fondatrice

condividi su