Letizia Zagari

Letizia Zagari

Napoli 20 settembre 1897- Ercolano 8 marzo 1985
Fondatrice

Letizia Zagari nacque a Napoli il 20 settembre 1897 in una famiglia numerosa di estrazione borghese da Alfonso e Maria Zagari, omonimi ma non parenti. Trascorse parte della sua infanzia presso gli zii e i nonni materni a Reggio Calabria, un allontanamento che influì non poco sulla formazione del suo carattere. Ritornata a Napoli frequentò le scuole elementari all’Istituto Suor Orsola Benincasa e ricevette il sacramento della Prima Comunione nella chiesa delle Suore della Carità.
Sin dalla prima adolescenza fu abitata dal desiderio di consacrarsi alla vita religiosa.
A 25 anni si recò a Roma per entrare nell’Istituto della “Società del Sacro Cuore di Gesù” ma vi rimase solo due anni: la vita severa, austera e rigorosa mal si combinavano con la salute cagionevole di Letizia.
Dopo sette anni caratterizzati da malesseri, lutti familiari e aridità spirituale, guidata da padre De Giovanni e mons. Salvatore Meo, nel 1931 entrò a far parte dell’Unione Donne Cattoliche Napoletane.
Fu nel 1932 che decide di impegnarsi nella diffusione del Culto Eucaristico in seguito ad un episodio avvenuto all’interno della Chiesa dei SS. Apostoli che lei stessa racconta: «allorché un bimbo, entrato dal fondo della chiesa, ne percorse di filato la lunghezza, salì i due gradini dell’altare maggiore e si trattenne in una breve preghiera…».
Diede vita ai giovedì eucaristici con l’ora di adorazione e alle Quarantore a cui spesso partecipava l’arcivescovo di Napoli, il cardinale Alessio Ascalesi.
Il 5 agosto 1948 con l’emissione dei voti pubblici alla presenza del cardinale Ascalesi, nacque la prima comunità «Figlie di Nostra Signora dell’Eucaristia».
Nel 1952 venne inaugurata ad Ercolano la prima “Oasi del Santissimo Sacramento”, oggi Casa Madre della Congregazione.
Madre Letizia Zagari visse la sua intera vita nella gioia, nel sacrificio, nell’abnegazione per la chiesa, per i poveri, per gli ultimi.
Esortava le sue figlie a vivere con «spirito di profonda familiarità, donazione e amore reciproco che si fa servizio».
Le suoere che a lei si richiamano riconoscono nella pericope giovannea della lavanda dei piedi (Gv 13,1-20) il presupposto evangelico del loro carisma fondazionale.
Madre Letizia morì l’8 marzo 1985 nella Casa Generalizia di Ercolano; avviata la causa di beatificazione, venne proclamata Serva di Dio l’8 marzo 2005.
In Campania sono presenti ad Ercolano in via Tironi di Moccia n. 44 e a Napoli con una scuola dell’infanzia in vico Montesanto n. 14.
Dal 1998 sono presenti Comunità anche in Colombia e nello Sri Lanka.

Patrizia Priore

condividi su