Category Archives: Itinerari

Itinerario III

 

 

 

Due straniere, la catalana Maria Longo e la francese Giovanna Antida Thouret, hanno lasciato il loro segno nella città di Napoli dedicandosi alla cura dei malati. Maria Longo ha fondato nel ‘500 il più grande ospedale del Mezzogiorno, gli Incurabili, e la Thouret si è messa al servizio di questo nosocomio nell’800 innovando l’assistenza infermieristica. La visita nei due istituti nei quali hanno vissuto, il monastero cappuccino di clausura s. Maria di Gerusalemme (fondato dalla Longo) e quello di S. Maria Regina Coeli (dove la Thouret ha operato), si arricchirà grazie a un incontro con il medico Gennaro Rispoli, presidente dell’Osservatorio permanente per il Centro Storico di Napoli–sito Unesco, il quale, grazie ai suoi approfondimenti, ci farà scoprire segreti e misteri, tra magia e scienza, all’interno del Museo delle arti mediche.

• S. Maria di Gerusalemme (le 33) Maria Longo
• S. Maria Regina Coeli Antida Thouret
• S. Maria degli Incurabili visita al Museo di arti mediche

 

Ci troviamo a S. Maria di Gerusalemme (le 33) un luogo che custodisce i resti della Santa Maria Longo.

 

Approfondimenti

Maria Lorenza longo: https://www.donneindialogonapoli.it/maria-lorenza-longo/

Monastero di S. Maria di Gerusalemme: https://www.donneindialogonapoli.it/s-maria-di-gerusalemme/

 

 

Ci troviamo a S. Maria Regina Coeli un posto legato alla figura di Antida Thouret, che ha costruito qui una farmacia.

Approfondimento

Monastero di S. Maria Regina Coeli:  https://www.donneindialogonapoli.it/s-maria-di-regina-coeli/

Ci troviamo  a S. Maria degli Incurabili  per visitare il Museo di arti mediche.

 

condividi su

Itinerario II

 

 

Accompagnati dalla lettura di alcuni brani del Diario del ‘500 della monaca Fulvia Caracciolo e de I Misteri del chiostro napoletano, opera risorgimentale della benedettina Enrichetta Caracciolo, si visiteranno la chiesa e il chiostro di uno dei monasteri più antichi e famosi di Napoli: S. Gregorio Armeno. La storia centenaria del monastero ne fa uno dei luoghi più affascinanti e misteriosi della città anche grazie alla presenza del reliquiario del sangue di s. Patrizia, compatrona di Napoli, che, come quello di s. Gennaro, si scioglie regolarmente a protezione della città.

• Chiostro S. Marcellino e Festo (Federico II)
• S. Gregorio Armeno

 

Ci troviamo a S. Gregorio Armeno alla scoperta della storia di due straordinarie figure femminili:

Fulvia Caracciolo: https://www.donneindialogonapoli.it/fulvia-caracciolo

Enrichetta Caracciolo: https://www.donneindialogonapoli.it/enrichetta-caracciolo/

Approfondimento

S. Gregorio Armeno: https://www.donneindialogonapoli.it/s-gregorio-armeno/

 

 

In questo incantevole luogo è custodito il reliquiario del sangue di S. Patrizia, che si scioglie miracolosamente con regolarità il 25 agosto, giorno in cui si celebra la festa di S. Patrizia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ci troviamo nel  Chiostro S. Marcellino e Festo (Federico II)

Approfondimento

SS. Marcellino e Festo: https://www.donneindialogonapoli.it/ss-marcellino-e-festo/

condividi su

Itinerario I

L’incontro con le Clarisse del Monastero di clausura di S. Chiara e l’ascolto della loro esperienza di deserto, contemplazione e preghiera aprono questo itinerario che, partendo dal presente, vuol fare memoria del ruolo giocato a Napoli dalla regina Sancha, fondatrice dell’Ostia santa (conosciuta come monastero di S. Chiara), simbolo del potere religioso e politico della casa angioina. Si prosegue con una visita al famoso grande chiostro maiolicato del ‘700, testimonianza degli antichi fasti delle “signore monache”, e, infine, ci si ferma presso «S. Francesco delle monache», anch’esso fondato dalla regina Sancha, dove in pieno ‘500 la nobile Giulia Gonzaga, indagata dall’Inquisizione, riuniva un circolo segreto per discutere della riforma della Chiesa.

• Monastero di S. Chiara (chiostro)
• Monastero delle clarisse
• S. Francesco delle monache (oggi centro culturale, denominato Domus ARS

 

Ci troviamo nel Monastero delle clarisse per conoscere l’incredibile storia della Regina Sancia di Maiorca.

Approfondimento: https://www.donneindialogonapoli.it/sancia-daragona-maiorca/

Il Monastero delle Clarisse all’interno della chiesa di Gesù Redentore e San Ludovico d’Angiò custodisce magnifici affreschi.

 

Incontro con le clarisse e i loro buonissimi dolci.

 Ci troviamo nel chiostro maiolicato del Monastero di S. Chiara.

Ci troviamo a  S. Francesco delle monache per scoprire la storia della la nobile Giulia Gonzaga.

Approfondimento: https://www.donneindialogonapoli.it/giulia-gonzaga/

condividi su