Anna Moscati

Anna Moscati (detta Nina)

Benevento, 19 luglio 1878 - Napoli, 24 settembre 1931
Benefattrice

Anna Moscati (detta Nina) nasce a Benevento il 19 luglio 1878, ma si trasferisce con la famiglia a Napoli nel 1884, dove frequenta le scuole fino a conseguire la licenza magistrale che le consentirà di insegnare alle primarie.

Con il fratello Giuseppe, che nel 1903 aveva conseguito la laurea in medicina, condivide l'ideale evangelico della carità divenendo sua attiva collaboratrice e sostenitrice, oltre che confidente. Ed è lei a spendersi quotidianamente in prima persona per i poveri e gli ammalati della città, in particolare per quelli che affollano numerosi ogni giorno lo studio del fratello.

Nel 1915 diventa direttrice dell'Opera della Conservazione della Fede, fondata da don Antonio Laviano, svolgendo un'importante e dinamica attività di coordinamento e organizzazione per l'insegnamento della religione nelle scuole da parte di laiche che affiancano preti e suore. Divenuto con il Concordato del 1929 obbligatorio l'insegnamento della religione nelle scuole, all'Opera è affidato l'incarico di preparare le ragazze e i ragazzi alla prima comunione. L'organizzazione, estesa a tutte le parrocchie della città, è curata da Nina, insieme al gesuita Giovanni Aromatisi, e la sede diviene la Chiesa del Gesù Nuovo.

Dopo la morte di Giuseppe Moscati, Nina, oltre a raccogliere tutti ricordi esistenti in casa, si attiva a reperire ogni testimonianza utile per avviare il processo di canonizzazione del fratello.

Muore il 24 settembre 1931 e le sue spoglie sono nella chiesa del Gesù Nuovo dove è sepolto anche il fratello Giuseppe, proclamato santo, anche per merito del suo appassionato impegno.

La commissione toponomastica del Comune di Napoli, l'8 marzo 2018, ha intitolato una via del centro storico, il già vico Prima Quercia, a Nina Moscati.

 

Fotografia di Anna Moscati

condividi su